Il Tiramisù. Le origini

Nonostante la sua giovane età, il Tiramisù è rapidamente diventato il dessert italiano più conosciuto al mondo, le cui origini sono tutt’oggi molto discusse.

La prima documentazione della parola Tiramisù la troviamo nel 1959, sulla ricevuta di conto di un ristorante di Udine. La signora Norma Pielli, che assieme al marito gestiva il ristorante, aveva elaborato una variante del Dolce Torino, sostituendo l’archèmes con il caffè e la crema al burro con la crema al mascarpone. Il nome originale, presente sul menù di alcuni anni prima, era Trancia al mascarpone, ribattezzato Tiramisù da alcuni clienti che ritenevano che la bontà di questo dolce “tirasse sù” gli animi.

Ma vi è un altro ristorante, in Friuli Venezia-Giulia, dove, sin dal dopoguerra, veniva preparato un dolce dal nome Coppa Vetturino Tirime su. Qui, il signor Mario Cosolo aveva creato un dolce in coppa con una base di pan di Spagna, bagnata con del Marsala e ricoperta da una crema con tuorli e panna.

Ed il Veneto, che da sempre rivendica i natali del Tiramisù…?
Sono due i ristoranti di Treviso che si contendono la nascita del Tiramisù: Al Fogher e Alle Beccherie.

Nel 1958, al ristorante Al Fogher, fece visita una principessa di Grecia, per la quale la signora Speranza Bon ideò un dolce monoporzione a base di pan di Spagna, mascarpone, tuorli e caffè, chiamato Coppa Imperiale e tutt’ora servito con il nome Coppa Imperiale Tiramisù della casa.

Del Tiramesù (con la e) delle Beccherie, invece, ne parlò per la prima volta la rivista VinVeneto nel 1981. RobertoLoli Linguanotto, chef del ristorante, realizzò il Tiramesù dolce gioioso et amoroso ispirandosi allo sbattutin, ovvero all’uovo sbattuto con i savoiardi che si dava ai bambini.

Se le origini del Tiramisù sono ancora discusse, ciò che è ormai sicuro è che il Tiramisù di Scarlett rispecchia e rispetta a pieno la tradizione dei maestri pasticceri italiani, nella versione classica e in tutte le sue varianti.

Curioso di scoprire il segreto del Tiramisù più buono d’Italia? Guarda il video! 

L’articolo ti è piaciuto? Clicca Mi Piace e condividilo sulla tuo profilo Facebook! 

Translate »